Pensiero positivo

December 1st, 2015 → 5:06 pm @ // No Comments

Make positive thinking your way of life

Pensa positivo

Quante volte abbiamo sentito parlare del “pensiero positivo” e come dobbiamo guardare al mondo con gli occhi quasi da bambini, perché tutto andasse al meglio. Invece, quando ci giriamo intorno, non vediamo altro che violenza, le guerre senza fine, un male che striscia intorno a noi e non facciamo altro che pensare quanto siamo fortunati perché a noi “non è successo nulla”. Sarà che ci siamo presi qualche “virus” di negatività?

Come salvarci dalla negatività?

Nel nostro piccolo vediamo le persone che soccombono sotto lo stress continuo, incapaci di far fronte ad una vita sempre più veloce e sempre più complessa, e finiscono per cambiare il loro stato d’animo in peggio. Siamo bombardati quotidianamente dalle notizie negative. Crescono l’agressività e la violenza, sempre di più, e in modo aperto. Come difenderci da questa dilagante negatività?

Il pensiero positivo va benissimo, sopratutto per non perdere la speranza. Ci ricorda, però, che la forma di “buonismo” richiesta solo a noi, è un po’ inadeguata per i nostri tempi. Per proteggerci dalla negatività, causata dall’operato delle persone prive di coscienza o di empatia (non importa), possiamo e dobbiamo difenderci! Abbiamo tutto ciò che serve, e troppo spesso non lo sappiamo neanche. Ecco come fare…

PENSIERO POSITIVO nello SPAZIO DENTRO e FUORI

Ci sono tre tipi di SPAZIO dentro e fuori. Disponiamo di spazio personale, che siamo noi, che non c’è da confondere con lo spazio privato, dove stiamo con la nostra famiglia, e spazio “sociale” che sta fuori casa nostra, tra la gente.

Mantieni tuo spazio sicuro

Proteggi tuo spazio

  1. SPAZIO PERSONALE – quello sei TU! Lo “occupi” tu, quello è lo spazio dell'”IO”, per capirci! Il tuo spazio personale deve essere una SAFE ZONE. Devi poterla gestire tu la tua zona di sicurezza. Lì non ci dovrebbero entrare a piacimento le scosse o le botte, ne di vita, ne di persone. Devi impedire alle persone negative di invadere il tuo spazio PERSONALE, che è il tuo Terreno, e lo devi fare sia dal punto di vista FISICO che MENTALE. Da lì va buttato fuori chiunque faccia arrivare a te una parola negativa, che provochi un sentimento negativo o ti agredisca fisicamente, anche se fosse “solo” con il tono di voce alzata. Devi dire a quella persona che non lo permetti e allontanala a distanza di sicurezza da te. Vale uguale anche per chi dice di esserti amico, ma non lo dimostra.
  2. SPAZIO PRIVATO – Quello è lo spazio che condividi con la persona amata e con la famiglia. Devi impedire alla persona negativa di starti vicino, chiunque essa sia, perché le persone negative sono “tossiche” a 360°. Chiunque ti “rompe”, ti maltratta “per il tuo bene”, non trovando mai una parola bella da rivolgerti, e nemmeno un bel gesto, alza gli scudi! Alza prima gli SCUDI MENTALI, prendendo nella tua testa la distanza, ascoltando cosa dice quella persona, ma rendendoti conto del significato delle sue parole. Non permettere alle persone di far “ammortizzare” a te il loro stress o il loro “brutto carattere”! In quel momento devi rifiutare il pensiero negativo di qualsiasi genere.
  3. SPAZIO SOCIALE – Quello è lo spazio che sta fuori casa tua. Come anche nel caso della persona negativa che possa essere nel tuo spazio privato, così può essereci nel tuo ufficio, nel tuo posto di lavoro, o nel gruppo che frequenti. Non serve la REAZIONE, perché non è colpa tua la negatività degli altri! La persona negativa usa la tecnica di “colpa tua”, mirando alle tue energie vitali! Non entrare nel discorso negativo, non prenderne mai parte, sarebbe come metterci il piede nel fango. Se accetti per “vera” questa “transazione” e la fai passare, finisce che quella persona cambi il tuo stato d’animo, svotandoti di energie, dove cambia persino la tua faccia. Prova ad osservare cosa sta “scritto” sulle facce della gente che soffre. Guardale solo attraverso le rughe di dolore, e ti renderai conto quanto la Vita segna tutto! Non ne vale la pena portare quei segni sulla faccia! Allora, come fare?
  4. MODO IDEALE – Comportati in modo che ritieni “ideale” per te, cio’è, come vorresti che gli altri si comportino con te. Gira verso la persona negativa il tuo atteggiamento migliore! Conta fino a dieci e con tutta calma spiega alla persona che ti dispiace per quel momento negativo che sta vivendo, ma che sai che può farcela a superarlo. Sorridi!
  5. NON SIAMO PARI – Cerca di mantenere la DISTANZA FISICA maggiore con la persona che ha “l’abitudine” di essere negativa nei tuoi confronti, e continua a risponderle sempre bene, con tutta calma che hai. Tieni sempre presente che si tratta di una persona incosciente e che non siete alla pari, per cui non le puoi “perdonare” nulla, o “capirla” e scusare questo tipo di comportamento. Il prezzo sarebbe troppo alto se continui a subirlo o tolerarlo!
  6. DISTANZA MENTALE ed EMOTIVA – manitienila mentre cerchi di rafforzarla. Questo ti permetterà di lavorare sulle tecniche come alzare “gli scudi” per impedire che anche con le altre persone quel modo di “vederti debole” diventi “normale”, e che per te non ci fosse nessuna comprenssione. Incomincia con una ricetta molto semplice! Diventa imparziale! Tre volte al giorno di a te stessa/a te stesso che ti ami!
Tre volte al giorno di che ti ami

Ama te stesso prima

AMA TE STESSO

Se non impariamo ad amarci e a rispettarci da soli, non lo faranno di certo neanche gli altri. Ciò che emani quello ricevi… Significa che non è colpa tua perché l’altra persona è negativa, ma se tu accetti di ricevere la negatività altrui, emani paura e attrai la negatività. Se impari ad emanare la sicurezza, alzando degli scudi invisibili del tuo pensiero, che influenza il tuo comportamento, spezzerai quella catena. Per quanto possa essere fortissima… la spezzerai! Tu sei molto più forte e molto più capace di quello che pensi o gli altri ti fanno pensare! Emana allora subito l’amore per te! Ripeti TRE volte al giorno che TI AMI!

Quello sì che è il PENSARE POSITIVO!

Nel prossimo articolo parleremo di questo!


Tags: , , , , , , , ,

0 comments